Il blog di Vincenzo Masotti



I testi


I link

Accomazzi.net

Sito RTSI


Valid XHTML 1.0!

Sar-At 6.1
Powered by Sar-At


Torna alla Home

Il testo di Vincenzo:

Volete riferire, cari lettori di questo blog, un affettuoso saluto a coloro che ancora non navigano nella Rete, ma sono curiosi? Mi piace ricordare che “un caro saluto a coloro che navigano, e anche a quelli che non navigano, ma sono curiosi!” era il tormentone col quale, per molti anni passati, iniziavo una conversazione radiofonica di qualche minuto chiamata “Multimedia”. Da una di queste trasmissioni, del 2005, traggo un testo dedicato a quello che allora chiamavamo “web collaborativo” . Oggi in breve web 2.0. In breve, ma quanto più gergale e incomprensibile per i non addetti...
Che cos’è il Web collaborativo? Partirei da Italo Calvino citando alcune delle ultime righe delle sue meravigliose lezioni americane, Titolo: Lezioni americane, sottotitolo, sei proposte per il prossimo millennio, Edizioni Oscar Mondadori. Era il 1984 e Calvino scriveva: Chi siamo noi, chi è ciascuno di noi se non una combinatoria di esperienze, di informazioni, di letture, di immaginazioni? Ogni vita è un’enciclopedia, una biblioteca, un inventario di oggetti, un campionario di stili, dove tutto può essere continuamente rimescolato e riordinato in tutti i modi possibili (fine citazione).
Ora appare evidente che per rimescolare al meglio questo nostro campionario non c’è che da scambiarlo con gli altri: La nostra vita si arricchisce se condividiamo le informazioni, se condividiamo i dati, se condividiamo i servizi, se condividiamo le risorse... E questo lo si può fare più facilmente e anche più rapidamente attraverso la Rete.
Un esempio banalissimo. Scambiarsi informazioni in un newsgroup riguardo qualità, prezzo e luogo di un buon ristorante è qualcosa che assomiglia al web collaborativo e potenzia lo scambio di opinioni che potrebbe esserci tra un gruppo di amici al bar... Dove vai a mangiare sabato prossimo? Si mangia bene? si spende molto? E così via.    Ma si può pensare a cose ben più significative, per esempio ad un’azienda moderna e capace di investire in conoscenze e in nuove modalità di lavoro...  Fino a qualche anno fa, nel periodo pre-Internet diciamo, una buona azienda utilizzava strumenti come i calendari in comune, o programmi che permettevano la condivisione di file e di documenti.  Oggi esistono tecnologie molto più efficaci come i Weblog e i Wiki.
La logica del Weblog stabilisce una distinzione tra il membro della Comunità, che possiede diritti d'accesso e di scrittura, e il lettore, che non è in grado di modificare il contenuto pubblicato ma può semplicemente aggiungere commenti a ciò che risulta già pubblicato. La logica del Wiki invece è basata su una “carta delle regole di funzionamento” generalmente condivisa, e permette di aggiungere e modificare interamente o in parte un documento. Il Wiki, dunque, favorisce un vero spirito di gruppo e alimenta il desiderio di condivisione e la complicità tra i membri del gruppo stesso. Un esempio tipico di uso del Wiki (wiki in hawaiano vuol dire “veloce”) è Wikipedia, l’enciclopedia della rete forse più grande del mondo, frutto della collaborazione di centinaia di migliaia di utenti.”
In origine Wikipedia era così, molto più libera (ci dev’essere in giro per la rete una mia intervista ad un redattore di Wikipedia. Oggi si sono dovute imporre alcune regole che non rendono più così automatico il meccanismo di collaborazione e ci sono più controlli.
Comunque la questione è che nel Web 2.0 non è più tanto l'informazione ad essere al centro del meccanismo di collaborazione, ma l'individuo stesso: il collaboratore non condivide più soltanto un documento, ma la sua esperienza, con risultati sociali e individuali molto buoni.
Infine vogliamo fare un pensierino alla scuola? E se domani insegnanti e alunni, anche di scuole diverse, iniziassero ad utilizzare forum, weblog e Wiki per insegnare, imparare e collaborare? Beh, “buona navigazione nel mondo virtuale, ma soprattutto buona navigazione nel mondo reale...”

I commenti dei visitatori:


THX that's a great aneswr!


aTrWocJM10N - 09-11-2016

THX that's a great aneswr!


aTrWocJM10N - 09-11-2016

Hai qualcosa da dire anche tu? Scrivi un commento