Il blog di Vincenzo Masotti



I testi


I link

Accomazzi.net

Sito RTSI


Valid XHTML 1.0!

Sar-At 6.1
Powered by Sar-At


Torna alla Home

Il testo di Vincenzo:

Il sistema è partito sei mesi fa e già il numero di biciclette è aumentato da 10.000 a 20.000 (circa). Il numero di corse al giorno è aumentato da 90.000 a 175.000. Mi viene voglia di tornare a Parigi solo per provarlo.
Si chiama Vélib, intersezione delle parole “vélo” (bicicletta) e “liberté” (libertà). Un sistema innovativo di noleggio biciclette che consente, a chi arriva in città o a chi ci abita, di spostarsi da un punto all’altro con la bici, in modo agevole, favorendo l’integrazione con altri mezzi di trasporto ed evitando inutili seccature per il parcheggio.
A giudicare dall’elenco messo nel sito www.velib.paris.fr oggi sono 896 le aree che ospitano le biciclette del servizio. ogni stazione dista dall’altra meno di trecento metri e mette a disposizione mediamente venti biciclette (si può verificare in rete, in tempo reale, la disponibilità di bici). Una pensilina con schermo interattivo permette la gestione con carta di credito di tre tipi di abbonamento: giornaliero (da 1 euro), settimanale (da 5 euro), annuale (da 29 euro). Poi il meccanismo di pagamento delle singole corse è leggermente più complicato, ma sostanzialmente, se si usa la bici a noleggio per meno di mezzora da una stazione all’altra, è gratuito.
La cosa interessante per noi italiani è che il software che fa girare tutto questo ambarabam è prodotto a Parma, da una ditta che si chiama Custom. La tecnologia è la Rfid (Radio Frequency Identification), che inciderà moltissimo sul nostro prossimo futuro e che tutti dovremmo conoscere.
L’altro aspetto non secondario è che il sistema si finanzia con la pubblicità. Molto dell’iniziativa è legato ad un contratto tra il Municipio di Parigi e la JcDecaux, una multinazionale della cartellonistica pubblicitaria, per il quale la JcDecaux fa pubblicità nelle strade e in cambio offre gratis al Municipio il servizio di bike-sharing.
Un modo pratico di muoversi in città, una mobilità a basso impatto ambientale, una sinergia tra le piste ciclabili (quando ci sono!) e le tradizionali strade che si snodano nelle nostre città.

I commenti dei visitatori:


Carissimo Vincenzo, ma come? il gatto è morto? Io mi ribello. Mi incazzo e poi mi ribello :-) Dammi un email della rtsi che li cazzio io un po'. Facciamo una petizione!!! ciao


Darione - 30-01-2008

Ma vah !!!! Io sarò breve e conciso, quasi cinematico Ercolino, da Civita Castellana, 0761 516184 Tu mi hai trovato REMY DESMAS (Parigi o dintorni, Orano Algeria)? Datti una mossa, altrimenti sarai sempre in ritardo: se me lo trovi ti mando una bicicletta usata. Ciao sDGSFDGSAFGSAFGDFSAGDFGSADFGSAFDGAFDGFSAGDFSAGDFSGADFGSAFDGSAFDGFSAGDFSAGDFSAG


carlino - 20-02-2008

I really wish there were more arteclis like this on the web.


oxUnyeE9l - 09-11-2016

I really wish there were more arteclis like this on the web.


oxUnyeE9l - 09-11-2016

Hai qualcosa da dire anche tu? Scrivi un commento