Il blog di Vincenzo Masotti



I testi


I link

Accomazzi.net

Sito RTSI


Valid XHTML 1.0!

Sar-At 6.1
Powered by Sar-At


Torna alla Home

Il testo di Vincenzo:

Qualche informazione sul caso "Why Not". Elaborazione di Vincenzo Masotti da un articolo di Aldo Pecora (del gruppo Ammazzateci tutti)

A Lamezia Terme (CZ) una società che si chiama “Why Not?” presta i propri lavoratori (interinali) alla Regione Calabria per attività come la sorveglianza idraulica, la tutela del patrimonio, la gestione del personale, banche dati e altri servizi informatici; questa società impiega 635 dipendenti e ha un fatturato di 12 milioni di euro. In pratica la Regione, con decine di migliaia di dipendenti, sembra che non riesca a gestire il proprio personale, per cui si affida in outsourcing a “Why Not?”.

Da “Why Not?” prende il nome l'inchiesta aperta alla Procura della Repubblica di Catanzaro e portata avanti (fino a pochi giorni fa) dal sostituto procuratore Luigi De Magistris. Questa sarebbe la società capo-fila di una serie di scatole cinesi finalizzate all'intercettazione di gran parte dei finanziamenti pubblici erogati dalla Regione Calabria e dall'Unione Europea per i più disparati settori economici.
Le persone indagate sono 19. Tra queste il generale Paolo Poletti, attuale capo di Stato Maggiore della Guardia di Finanza, l'assessore al turismo e Vicepresidente della Regione Calabria, Nicola Adamo (Ds), l'assessore regionale all'agricoltura e forestazione, Mario Pirillo (ex Margherita, esponente del Partito Democratico Meridionale), un consigliere regionale dei Ds, Antonio Acri, l'ex responsabile per il Sud Italia della Compagnia delle Opere, Tonino Saladino, l'ex assessore regionale alla sanità di centrodestra, Gianfranco Luzzo e Salvatore Domenico Galati, di Vibo Valentia, già collaboratore dello staff del senatore e coordinatore regionale di Forza Italia Giancarlo Pittelli.

I reati contestati variano dalla corruzione all'associazione a delinquere, dalla violazione delle leggi sulle associazioni segrete (appartenenza a loggia massonica coperta) alla truffa, fino al finanziamento illecito dei partiti.

Il tutto avviene in una Regione, la Calabria, dove il centrosinistra ha raggiunto il record storico di preferenze (oltre il 62% dei consensi). A quanto pare imbarcando di tutto.
Il 20 giugno scorso, in Regione, dopo la riunione della Conferenza dei capigruppo e dei presidenti di Commissione in Consiglio regionale, è stato dato mandato al presidente del Consiglio, Giuseppe Bova (Ds), di: “assumere, attraverso l'Avvocatura regionale, ogni iniziativa giudiziaria volta alla difesa dell'onorabilità dell'Assemblea”.
Il consiglio regionale ha querelato anche i membri dell’associazione “Ammazzateci tutti” (dicembre 2006), rei – tra le altre cose - di aver sollecitato chiarimenti circa la questione del 50% di consiglieri regionali inquisiti (dato che pare confermato successivamente anche dal Procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso, che sarebbe salito al 65%, con 33 consiglieri inquisiti su 49 eletti).
Di ciò, si chiede Aldo Pecora, quanti giornali e quante televisioni hanno parlato e/o parleranno?

“Ammazzateci tutti”, assieme ad altri movimenti ed associazioni calabresi, ha raccolto più di 50.000 firme contro il trasferimento del sostituto procuratore Luigi De Magistris. Intanto – come sappiamo – l’inchiesta è stata avocata. prima dal Procuratore Generale di Catanzaro, poi da Roma e dal tribunale dei Ministri.
in www.ammazzatecitutti.org l’articolo completo di Aldo Pecora.
altre informazioni in questi blog:
http://pinoamoruso.blogspot.com/2007/06/operazione-why-not.html
http://www.lavocedifiore.org/SPIP/article.php3?id_article=2286

Toc Toc! Partito Democratico?
Vogliamo dire qualcosa di (centro)-sinistra?

I commenti dei visitatori:


I am totally wowed and preearpd to take the next step now.


ah5Wb9Xj0B6 - 09-11-2016

I am totally wowed and preearpd to take the next step now.


ah5Wb9Xj0B6 - 09-11-2016

Hai qualcosa da dire anche tu? Scrivi un commento